Roma città di Grandi Santi

Primo giorno
Pomeriggio: San Pietro, la pietra di Cristo, visita alla Basilica di San Pietro, cuore della cristianità, simbolo di Roma e della sua fede, al suo interno sono raccolte opere d’arte dei più grandi artisti, ma la reliquia più importante è la tomba di Pietro che migliaia di persone giungono a omaggiare da ogni parte del mondo

Secondo giorno
Mattinata: San Lorenzo, il diacono dei poveri: visita alla chiesa di San Lorenzo al Verano, un grandioso esempio di basilica “ad corpus” nata sulla tomba di un martire ed evolutasi dalla fusione di due edifici, ricca di affreschi e mosaici, di arredi scultorei e con un segreto e raccolto chiostro. Si proseguirà con Sant’Agnese, la martire fanciulla: Sant’Agnese fuori le Mura, un complesso unico a Roma che comprende il sepolcro di Elena e Costanza, madre e figlia di Costantino, accanto ai resti della monumentale basilica voluta dallo stesso Imperatore e la chiesa che vi sorse poi nel XII secolo.
Pomeriggio: San Filippo Neri, il santo al servizio dei deboli: visita alla chiesa di Santa Maria Nuova, legata al santo che ne fece il centro del proprio ordine. Ristrutturata in quegli anni divenne il simbolo della controriforma con opere di Rubens, Alessandro Algardi, Guido Reni, Pietro da Cortona. Si proseguirà con Sant’Ignazio di Loyola, il guerriero di Dio: la Chiesa del Gesù con le Stanze di Sant’Ignazio, il rigore morale e l’attività missionaria del più potente ordine religioso sintetizzati nell’architettura e nell’arredo della chiesa dedicata al santo fondatore dei gesuiti.

Terzo giorno
Mattinata: San Paolo, la parola di Dio, visita alla basilica di San Paolo. L’impianto della maestosa basilica, costruita nel IV secolo d.C. dall’imperatore Costantino presso la tomba dell’apostolo, impressiona ancora oggi per splendore e magnificenza.